In questa sezione abbiamo raccolto alcune delle principali domande che ci hanno rivolto:  

 

Definizione di domotica

La Domotica è una disciplina che si occupa di integrare in un unico sistema complessivo, ottimizzato e semplificato, tutti gli impianti e la tecnologia potenzialmente presenti negli spazi civili. Impianto di automazione luci, prese, motorizzazioni e irrigazione, sistemi di sicurezza e videosorveglianza, risparmio energetico (fotovoltaico, sistemi attivi e geotermia), intrattenimento e multimedialità.

Con l’Integrazione domotica è possibile realizzare sinergie tra diversi sotto sistemi specializzati. La cooperazione tra diversi sistemi e la semplificazione dell’interazione con l’uomo rende il TUTTO molto più che la somma delle SUE PARTI. La figura professionale chiave di un progetto domotico è il progettista domotico ("system integrator") con competenze trasversali e capacità di coordinamento.

Il progettista domotico deve possedere una cultura altamente differenziata e un’ampia conoscenza del mercato dei sistemi e dispositivi domotici esistenti al fine realizzare un vestito tecnologico su misura delle reali esigenze e di budget del committente.

La figura professionale del progettista domotico è, oggi, pressoché assente. Solo negli ultimi anni assistiamo alla nascita di laboratori domotici, di scuole specifiche e di corsi appropriati. Nella maggioranza delle installazioni odierne il progettista domotico è formato attraverso corsi promossi da società produttrici di sistemi domotici al solo fine di incentivare la vendita dei propri sistemi. Una formazione di questo tipo determina una sensibilità sbilanciata nella scelta dei sistemi. Questo non significa non ottenere il risultato installativo adeguato, ma vuol dire operare una scelta su uno specifico prodotto di mercato, fin dall’inizio, in assenza di un’opportuna valutazione qualitativa e quantitativa idonea al progetto.

 

 

System integrator perché?

La Domotica è una disciplina che si occupa di integrare in un unico sistema complessivo tutti i sottosistemi di gestione e controllo potenzialmente esistenti negli spazi civili (alberghi, imbarcazioni, abitazioni, ristoranti..). I sistemi di sicurezza (ad es. antifurto, antiallagamento e antincendio), di risparmio energetico (ad es. pannelli fotovoltaici, climatizzazione geotermica e gestione automatizzata dell’illuminazione e delle schermature) e quelli per il comfort e l’intrattenimento (climatizzazione, illuminazione, irrigazione automatizzata, porte elettroniche e cancelli automatici, audio /video ecc) sono tutti sottosistemi potenzialmente presenti all’interno degli spazi civili ancora prima dell’avvento della domotica. Integrare significa far cooperare tra loro tutti i sistemi “intelligenti” al fine di raggiungere degli obiettivi di alto livello.

La Domotica oltre a creare un unico sistema integrato intelligente introduce nuove interfacce di comunicazione tra uomo e la casa (HHI - HMI) semplificando l’intera interazione e riportandola ad un livello d’astrattismo più vicino alla natura umana. I principali produttori di tecnologie domotiche sono oggi grandi colossi che prima del nascere della domotica si occupavano di produrre e marginare da "plastica" e "metalli" destinati agli impianti elettrici. La catena del valore di questi player è quindi sbilanciata su professionalità poco affini in genere al mondo dell'informatica integrata nei sistemi di controllo, d'integrazione e di domotica. Il concepimento di un sistema domotico spesso passa da elettricisti specializzati in genere su singole marche di domotica e non in grado quindi di avere una visione di insieme, condizione necessaria per la corretta definizione di una soluzione domotica ottimale e ritagliata sulla reale esigenza espressa dal mercato o dal singolo committente. Da questo deficit nasce quindi la figura del progettista domotico (system integrator) come figura intermedia tra i produttori di tecnologie domotiche, gli elettricisti che installano fisicamente i sistemi e le esigenze espresse quotidianamente dal mercato. Tipicamente il system integrator è un progettista con forte esperienza progettuale sugli impianti speciali ed una larga conoscenza delle basi informatiche relative ai protocolli di comunicazione M2M

 

 

Il vostro protocollo è aperto?
e se si, è possibile interfacciarsi con altra domotica?

La nostra piattaforma integra nativamente diversi protocolli, aperti e non aperti. La piattaforma d'integrazione domotica Hi System lascia libertà e indipendenza a tutta la filiera necessaria alla realizzazione di impianti meccanici e termici grazie alla flessibilità data dal multiprotocollo e il multimarca presenti nativamente nella piattaforma. Tra i protocolli standard compatibili: ModBus, LonTalk, KNX, DMX, DALI, ASCIi232, DLNA / upnp, VoIP / SIP fino ad emissione IR con apprendimento universale. Tra i marchi con protocollo proprietario nativamente integrati in ambito HVAC, Mitsubishi, Daikin, Nest, Aermec, Siemens PLC e RLU.

 

 

Hi System può interfacciarsi con altri impianti?

Si il cuore e la forza della nostra piattaforma è l'integrazione professionale. Hi System è prima di tutto uno strumento per l'integrazione domotica multistandard, multi protocollo e multisistema. Con Hi System è possibile integrare, oltre i classici protcolli della buliding, anche tutti protocolli luce, audio video (upnp, dlna, airplay ecc.. ) e gestione dell'energia.
Con Hi System è possibile quindi realizzare un sistema integrato unico che comprende: luci, clima, motorizzazioni, videocitofonia, audio / video, antintrusione, gestione fotovoltaico, cataloghi multimediali ecc. ed è possibile gestire il tutto sia da touch screen ad incasso a parete che da TV Smart, tablet smart phone eccc. Tutto in tempo reale con dialogo bidirezionale sempre attivo. Sia da dentro casa che da remoto attraverso rete internet. Oltre i protocolli standard Hi System integra anche molti protocolli proprietari tra i quali: Daikin, Aermec, Nest, Mitsubishi, Tutondo, Risco, Bentel, Kramer Athlona, e tanti altri.

 

 

La programmazione avviene tramite PC?

Si tramite Software gratuiti forniti insieme ai prodotti.

 

 

E' possibile avere dei blocchi di sicurezza e delle password per il controllo del sistema?

Si ci sono, il sistema punta molto sulla sicurezza e la password è sicuramente una delle primissime protezioni disponibili oltre ad altre livelli di protezione per poter bloccare in ogni momento il controllo da persone terze (utile ad esempio se si hanno bambini piccoli, o in condizione di feste o quando si lascia la casa incustodita a persone estranee).

 

 

La gestione della prevenzione campi magnetici, riarmo automatico della corrente e la protezione contro le sovratensioni (fulmini ecc.) sono problematiche a carico dell’impiantista elettrico o anche domotico ?

Sono tutte di competenza del progettista domotico che si occupa in toto anche della parte elettrica, sicurezza, luci e tutto quelli che sono gli impianti tecnologici. Di solito si affida al progettista diverso, oltre gli architettonici, solo la parte termotecnica, idraulica e sanitaria.. e il progettista domotico si occupa solo del coordinamento per la sinergia ottimale tra i diversi impianti.

 

 

Una curiosità:
i vostri installatori che serie di impiantistica civile elettrica di solito utilizzano per fattori di praticità (scatole incasso, collegamenti moduli ecc.)?

Totale scelta del cliente e/o dell'architetto non esiste una serie più comoda dell'altra per noi vanno bene tutte le scatole ad incasso solitamente vengono usate le 503 ma nulla vieta di usare altro.

 

  

In caso di anomalo funzionamento della centrale domotica si possono usare alcuni sistemi come un impianto elettrico normale?

Nel nostro modo di fare domotica il guasto di una elettronica non compromette il funzionamento delle altre.Il sistema domotico progettato dai nostri progettisti ha come "must" che ogni sottosistema deve essere indipendente e deve vivere di vita propria.
In ogni caso noi inseriamo sempre anche i pulsantini di armo manuale ad esempio per ogni luce. Questo torna più comodo di solito anche nelle fasi di installazione collaudo prima quindi che vengono installati i touch screen / pulsanti ecc.. Per fare un esempio: se la centralina elettronica che gestisce le luci della sala smette di funzionare tutte le altre luci e tutti gli altri sistemi (come ad esempio il sistema di allarme) continuano a funzionare regolarmente.

La nostra domotica ha un'architettura a logica distribuita e non a master control. I nostri centralizzatori fanno solo da gateway per permettere il dialogo tra diversi impianti e tecnologie che altrimenti non parlerebbero tra loro.

 

 

Con che marche di impianti di allarme ci si può interfacciare?

Un po' tutte. Noi consigliamo RISCO perchè nostro partner ma si possono usare quelle che si preferiscono, consigliamo comunque di usare centrali che dispongono di almeno un protocollo standard di integrazione come ad esempio EIB, KNX, ModBus, Bacnet, Snmp ecc..

 

E' possibile integrare nello stesso impianto più centrali di allarme?

Si è sufficiente collegare le centrali sulla rete Hi-Net dove sarà installato uno dei nostri integratori domotici Hi Control.

 

Un consiglio: 
Quali professionisti sono necessari per una buona riuscita del sistema domotico ?

Progettista elettrico, specializzato in integrazione di sistemi a cui affidare oltre che il progetto elettrico anche la direzione lavori e il coordinamento. Questo è l'unico modo per avere certezza del risultato e poter proporzionare gli investimenti solo nelle funzioni che più interessano. E' importante trovare professionisti che presentino una visione complessiva di tutti gli accessori esistenti sul mercato altrimenti non si riesce mai ad avere un impianto ideato sul budget e sulle reali esigenze del committente.
Tra i vari servizi che offriamo c'è anche la progettazione preliminare ed esecutiva, oltre che il coordinamento tra gli altri progettisti.

 

 

Ultimo consiglio, con quali figure professionali consiglia d'interfacciarsi?

Consiglio di coinvolgere l'Architetto per decidere gli alloggiamenti tecnici insieme, affinchè essi risultino il meno invasivi possibili dal punto di vista estetico, senza rinunciare alla funzionalità.

Un altra figura con cui  è importante interfacciarsi è il progettista, dal punto di vista tecnico, è il termotecnico o direttamente con l'idraulico nel caso si faccia senza progetto.